Cosa devono fare i docenti per la discalculia. Matematica

Come operare con la discalculia.

La matematica è strutturata gerarchicamente 
Quindi:

  • Lavorare molto sui prerequisiti
  • Procedere con gradualità ( senza saltare passaggi, passando al successivo solo quando l’alunno ha automatizzato il precedente)
  • Scomporre ogni” operazione” complessa ( che richiede più abilità o competenze) in “operazioni” semplici.
  • Lavorare il più possibile concretamente o con riferimenti concreti.
  • Uso della tavola pitagorica, della calcolatrice, delle tabelle o quaderni con regole, mappe, schemi, esempi, ecc.
  • Compensare con l’orale le verifiche scritte che hanno voto negativo.
  • Per la geometria, non valutare come è eseguito il disegno geometrico.
  • Permettere l’uso di programmi per la risoluzione dei problemi.

Non si dovranno mai valutare le seguenti conoscenze/abilità:

  • memorizza gli argomenti trattati
  • Colloca i concetti nello spazio
  • Colloca i concetti nel tempo
  • Stabilisce relazioni di tempo e di causa
  • Ricava informazioni da grafici
  • Conosce e usa la terminologia specifica
  • Sa esporre con schema autoprodotto

 Si potranno invece valutare le seguenti conoscenze/ abilità:

  • Conosce gli elementi essenziali
  • Riconosce dati e concetti
  • Utilizza dati e concetti
  • Riferisce informazioni

La valutazione deve prevedere:

  • lunghezza e tempi adeguati
  • valutazione della comprensione e produzione in tempi diversi
  • evidenziazione dei progressi.

In un alunno con DSA la valutazione contribuisce a far aumentare o diminuire l’autostima.

La poca stima di sé porta immancabilmente all’insuccesso scolastico.
L’insuccesso scolastico rappresenta il primo passo verso la dispersione scolastica che si verifica nella scuola secondaria di secondo grado.

 Come impostare le verifiche di matematica:

Mettere sotto ad ogni esercizio lo spazio necessario per lo svolgimento.

Ridurre gli esercizi.

Scegliere gli esercizi che provino  la conoscenza dell’alunno, ed eliminare quelli in più.

Scrivere più grande con un interlinea di almeno  1,5 (spaziatura  tra le righe).

Spiegare la consegna della  verifica.

Inserire gradualmente cose nuove.

 Le cose da non fare:

– far leggere  a voce alta.
– ridicolizzarlo, o umiliarlo dicendogli che può essere bocciato.
– correggere tutti gli errori.
– dare liste di cose da imparare a memoria.
– farlo copiare dalla lavagna
– farlo ricopiare il lavoro già svolto, perché scorretto o disordinato
– paragonarlo ad altri o dirgli che non studia abbastanza.

Strumenti per la matematica e la geometria

  1. SCRITTURA DELLE CIFRE. In questa [1] TABELLA – ALFABETIERE da tavolo (free; documento pdf) per la classe 1^, oltre ai caratteri alfabetici vi sono anche le cifre 0 – 9, il loro nome e la rappresentazione con le dita.
  2. FORMULARI:
  • Il Quadernino delle Regole di Matematica di Milli [2] (commerciale; cartaceo) contiene gli schemi e le regole di aritmetica e geometria, più una parte sui problemi e una per le verifiche. Mantiene l’impostazione dell’analogo testo per l’Italiano.Per la scuola primaria.
  • Formulario [3] per studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado (free; pagine internet): ampia raccolta di formule, proprietà, teoremi, ecc. utili per l’artmetica, l’algebra e la geometria.
  1. CALCOLATRICI ARITMETICHE Nelle situazioni di DSA è utile – a volte necessario – che la calcolatrice pronunci i numeri, la virgola e i segni delle operazioni.
  • All’interno di SuperQuaderno di Anastasis (sw commerciale; da installare; lingua italiana) è presente anche una calcolatrice parlante.
  • BIG CALCULATOR, [4] è una CALCOLATRICE PARLANTE molto semplice (sw free; da installare; lingua inglese) che può essere ingrandita secondo le proprie esigenze. Il software della calcolatrice crea la pronuncia dei numeri utilizzando una qualsiasi voce Sapi4 già installata sul proprio PC (le voci di tipo SAPI 4 sono spesso gratutite ma di scarsa qualità audio). La pronuncia in italiano dei numeri è disponibile se la sintesi vocale utilizzata è in italiano, nonostante l’interfaccia in inglese del sw.
  • SFR Calculator (sw free; da installare; lingua inglese) é una calcolatrice semplicissima, include solo le quattro operazioni di base, non ha memorie o altre funzioni speciali, ma funziona come un foglio di calcolo, è possibile salvare tutta l’operazione, correggere i risultati e inserire testo nei conteggi. Ottimo per chi vuole mantenersi da parte tutti i calcoli eseguiti e anche intervenire successivamente modificandoli.
  • Day Maxi Calc (sw free; da installare; lingua inglese) è una calcolatrice grandi dimensioni, con tasti grandi, ampio display e simulatore del classico rotolo cartaceo. Questo software ha display e tasti talmente grandi che permette di stare anche a 3 metri di distanza dal PC. I
  • Calculadora XXL  (sw free; da installare; lingua spagnola) è stata progettata con un’interfaccia colorata e composta da numeri e simboli di grandi dimensioni, il che la distingue dalle altre applicazioni simili. Particolarmente adatta per bambini e persone anziane con difficoltà visive.
  1. LINEE E TAVOLE DEI NUMERI, TAVOLE PITAGORICHE: utili per avere riferimenti visivi nella numerazione e nel calcolo.
  • esistono alcune versioni della linea dei numeri classica (commerciale, in legno, plastica) realizzate da Camillo Bortolato, adatta anche ai discalculici; la Linea del 100 di Bortolatopuò essere utilizzata come Tavola pitagorica (commerciale, in legno, plastica)
  • la RiTabella, (commerciale; cartacea)
  • la tabella dei numeri fino al 1000 di Maestra Anonella (free; documento pdf)
  • Maestra Antonella, oltre alla tavola pitagorica classica (free; documento pdf), ne ha realizzate diverse altre tipologie:quella con le moltiplicazioni, (free;documento pdf), quella “doppia” – al 200 (free;documento pdf), quella cinese – dimezzata, con uso della proprietà commutativa (free;ocumento pdf), quella con le “piste” per non perdere il segno
  • la Girandola delle tabelline realizzata dall’insegnante Renato Montemurro (commerciale; oggetto); è disponibile anche un video che ne illustra il funzionamento
  • Quercetti propone il Tubò.pitagorico (commerciale)
  1. SCRITTURA MATEMATICA AL COMPUTER: la presenza di problemi di discalculia e/o di disgrafia può rendere difficile la scrittura matematica.
  • All’interno di Word esiste uno strumento che rende abbastanza semplice scrivere formule, calcoli ed espressioni utilizzando i corrispondenti simboli matematici, cosa ordinariamente difficoltosa.Si tratta di Microsoft Equation Editor raggiungibile con questo percorso:
    • (fino a Word 2003) INSERISCI –> OGGETTO –> MICROSOFT EQUATION 3.0
    • (da Word 2007) MENU INSERISCI –> EQUAZIONE (pannello SIMBOLI, ultimo a destra).
    • Lo stesso tipo di funzione è disponibile per i pacchetti di tipo “office”: OpenOffice e Libreoffice (sw free; da installare). Dall’interno del programma di videoscrittura Writer, cliccare su INSERISCI –> OGGETTO –> FORMULA; oppure utilizzare direttamente il programma dedicato OpenOffice (o Libreoffice) Math.
      Facilitoffice (ma soltanto la versione per OpenOffice / Libreoffice), nella funzione QUADERNI, mette a disposizione dei modelli di pagine a quadretti in cui sono presenti funzioni di facilitazione dell’incolonnamento. Informazioni al riguardo si trovano in un videotutorial sul sito di Facilitoffice.
    • Queste funzionalità sono tratte dal software Quaderno a quadretti,  realizzato sempre da Ivana Sacchi e disponibile anche separatamente dalla videoscrittura (sw free; da installare).
  1. ASSISTENZA AL CALCOLO E ALLE ESPRESSIONI: Aplusix, (sw commerciale; da installare) è un software realizzato in Francia e disponibile in versione italiana che segue passo passo lo studente nella risoluzione dei calcoli scritti, nello svolgimento di espressioni numeriche ed algebriche e nella altre attività algebriche. Non risolve i calcoli ma segnala allo studente se il passaggio effettuato è corretto o meno. Tiene anche traccia dei risultati conseguiti nel tempo; ha una batteria di esercizi pronti, ma si può inserire direttamente qualsiasi esercizio, anche i propri compiti…E’ disponibile una descrizione delle funzioni nel sito del rivenditore italiano. Si segnala infine il manuale del software (file pdf).
  2. INCOLONNAMENTO
  • Set di griglie pronte realizzato da Maestra Antonella (free; documenti pdf) per incolonnamento di addizioni e sottrazioni e per esercitazioni con l’abaco, utili per disgrafia.
  • IncolonnAbili è un software (sw free; da installare o usare da chiavetta USB) che consente di generare pagine cartacee su cui sono stampate strutture vuote per addizione, sottrazione e moltiplicazione in colonna. E’ indispensabile leggere attentamente il documento di accompagnamento in cui vengono speigate le NUOVE STRUTTURE e PROCEDURE per il calcolo in colonna, proposte dagli autori. Le modifiche sono finalizazate a ridurre il carico cognitivo e e oculo-motorio attraverso l’uso di strutture visuospaziali ergonomiche. E’ disponibile anche un video tutorial su installazione e uso.
  1. STUDIO DELLA MATEMATICA per scoprire e/o consolidare le conoscenze e le abilità matematiche: valore posizionale delle cifre; equivalenze, geometria, algenrta, ecc.
  • Sul sito baby-flash sono disponibili una serie di giochi-esercizi di geometria: linee, forme geometriche e simmetria (free; pagine internet). I contenuti sono adatti al programma di scuola primaria.
  • Segnaliamo i blocchi aritmetici a base 10 digitali (free; pagine internet; lingua inglese). Dato un numero casuale, si deve trascinare i blocchi da 1, da 10 o da 100 in modo da formare quella cifra. L’attività da svolgere on line, diventa uno strumento per far comprendere il valore posizionale delle cifre, contando centinaia, decine e unità. E’ possibile regolare il livello di difficoltà e di valori.
  • Un regolo digitale per esercitarsi nelle equivalenze con le unità di misura (sw free da scaricare sul proprio computer; non richiede installazione)
  • Maestra Antonella (Antonella Pulvirenti)  ha ideato e realizzato un kit di carte da stampare ed utilizzare per automatizzare la procedura delle equivalenze nella scuola primaria (free;  documenti pdf da stampare e istruzioni in PowerPoint e come filmato)..
  • Carte triangolari (free; documenti da stampare e istruzioni) per il rinforzo delle “coppie del 10” (fact family).
  • On line è disponibile una raccolta di strumenti (free; pagine internet; lingua inglese) da manipolare per la matematica e la geometria che facilitano la comprensione dei concetti logici. Tra i vari strumenti abbiamo per esempio il cronometro e timer, il goniometro, il righello e una calcolatrice, la bilancia e numerosi sfondi su cui organizzare le attività.
  1. CALCOLATORI E CONVERTITORI DI UNITA’ DI MISURA:
  • il convertitore di un numero da una base ad un’altra, (free; pagine internet)
  • il convertitore tra numeri romani e numeri arabi (free; pagine internet)
  • il Conversion Tool, (free; pagina internet; lingua inglese) per la conversione tra differenti sistemi di misura (es.: da miglia a chilometri) per gli ambiti di lunghezza, temperatura e peso.
  • Calcolatore di formule geometriche: (free; pagine internet) permette di risolvere i problemi di geometria, effettuando calcoli di linee, superfici e volumi delle principali figure piane e solide, con formule dirette e inverse.
  • citando le parole dell’autore, segnaliamo ” EquivalenzeXme , il cui nome dice già tutto. E’ nato per dare una risposta concreta ad una mamma che era amareggiata perchè il figlio era stato dispensato dal programma sulle equivalenze, anche perchè non era riuscita a trovare un software abbastanza semplice che potesse dargli una mano.” (a calcolare le equivalenze).
  1. E’ possibile rendere “parlante” il foglio di calcolo Excel, attraverso il programmaLeggiExcelXme di Giuliano Serena  (sw free; da installare). E’ necessario che sul computer in uso sia installata una sintesi vocale in italiano.
  2. Segnaliamo che PDFXChange Viewer, (sw free; da installare) programma di visualizzazione dei file PDF, permette di gestire le operazioni in colonna, potenze, frazioni.
    Maggiori approfondimenti sono disponbili nella sezione di Videoscrittura al punto 10.
  3. Nella sezione percorsi – Disturbi dell’apprendimento sono presenti i video dell’intervento sull’intelligenza numerica della dott.ssa Lucangeli  alla conferenza “La matematica non dà mai i numeri” del 2011.

24 thoughts on “Cosa devono fare i docenti per la discalculia. Matematica

  1. l’insegnante di mate di mia figlia, seconda superiore liceo indirizzo sociale, sosteneva che era una moda questa storia della discalculia, che sono sempre esistiti ragazzi/e che facevano fatica, che non poteva certo perdere tempo nel preparargli una verifica fatta su misura, che mia figlia non si impegnava abbastanza, si è sentita offesa perchè la mandavamo a ripetizione e ciò sminuiva il suo operato di insegnante, poi in pagella oltre al voto, 3, ha voluto pure scrivere un commento…..scarso impegno. Questo insegnante ha 4 figli io auguro loro di trovare un sacco di insegnanti con la testa del loro padre.
    Leggere cosa dovrebbe fare e non fare un insegnante di matematica con alunni discalculici mi ha fatto piangere….esattamente come ha fatto mia figlia per tanti mesi fino a quando non le abbiamo cambiato scuola ed ora ha finalmente ritrovato autostima e sorriso….grazie al suo nuovo insegnante che “sa”….in tutti i sensi….

    • Paradossale che ancora oggi si abbia questa mentalità. Purtroppo nelle scuole c’è ancora molto lavoro da fare. Abbiamo ottimi docenti per fortuna che riescono a risollevare il danno causato dall’ignoranza. Mi fa piacere che oggi sua figlia abbia acquisito il sorriso grazie a uno dei tanti braci insegnanti.

    • io frequento il terzo anno di liceo classico e ho scoperto quest’anno di essere discalcucula e dislessica, sono sempre stata rimandata di greco e latino e ho sempre avuto sotto matematica ma questa scuola mi è sempre piaciuta e non avrei cambiato indirizzo nemmeno con la bocciatura. fino all’anno scorso la mia prof di matematica mi prendeva in giro perchè non studiavo abbastanza e non capivo nulla, quest’anno quando i miei le hanno mostrato il foglio della discalculia non ha potuto fare a meno di tacere anche se qualche volta prova a farmi qualche fastidio….

      • Giulia, complimentissimi…….. Sono la mamma di due ragazzi dsa. Il più grande lo ha scoperto solo l’anno scorso a metà anna (1 liceo classico).
        Forza e coraggio a te come a noi.

        Lucia

  2. Salve sono una mamma di un ragazzo dislessico diagniosticato in 2’superirore, discalculo e disortografico. Ed ecco la mia domanda in un compito di matematica quanti esercizi deve fare, tipologicamente uguali ai non discalculi o no?
    Vi ringrazio
    Paola

    • Ciao Paola, per quanto riguarda le verifiche deve essere dato più tempo o ridurre gli esercizi, almeno del 30%, perciò o si da 30% di tempo in più o si riducono gli esercizi del 30% ( esempio 10 esercizi per tutti, e per chi ha diagnosi di dsa 7).

  3. Grazie della risposta super veloce,vista la tua gentilezza approfitto per farti un altra domanda….
    Se la prof. Non toglie il trenta % del lavoro e non da tempo in più secondo te come mi devo comportare?
    Domanda da un milione di dollari!
    Grazie..

    • Di nulla Paola, deve essere messo nel pdp, e se non viene rispettato devi contestare il mancato rispetto inviando o facendo protocollare la lettera, che puoi trovare qui nel sito scorrendo a destra sotto esempi lettere da inviare.

  4. Rieccomi…..
    Allora ho scoperto che hel primo compito la prof. Di matematica ha dato 10 es. Uguali per tutti e nel secondo ne ha tolti 2 su 13..
    Le ho parlato e mi son sentita dire che ik ragazzo può farcela da solo,,,,
    Sono combattuta, andare
    Dal preside? O aspettare?
    Si accettano consigli. Apro una parentesi mio figlio nel biennio svolto in un altra scuola era sconvolto ed esaurito.. cambiato scuola è rinato ma purtroppo quest anno hanno cambiato la prof…..
    Resto in attesa del tuo consiglio e ti auguro buone feste!!!!!

    • Ciao, io direi che sia meglio andare dal dirigente scolastico. Così non va di certo bene.

  5. Buongiorno e…grazie di esistere :)) Premessa, anche mio figlio discalculico e disgrafico ha purtroppo trovato, nella sua vita scolastica, soprattutto professori “impreparati” e a tutt’oggi che ha 16 anni, ne paga ancora a livello di frustrazione, che è la cosa che più mi fa male, le conseguenze. Dopo lo sfogo, perdonatemi, la domanda: La professoressa di matematica, lui frequenta la terza superiore di un istituto tecnico professionale regionale e quest’anno avrà gli esami, se ne esce dicendo che, nonostante la certificazione, all’esame con commissione esterna lui avrà lo stesso identico compito assegnato dei suoi compagni (stessi esercizi, stessa lunghezza ect ect), ma è vero?

    • Buongiorno, certo che ha stessi contenuti ma predisposti in base al disturbo, la legge 170 è chiara in merito, e agli esami deve essere rispettato tutto quello previsto dal pdp.

  6. Buonasera, sono la mamma di un ragazzo discalculico certificato,che sta frequentando il secondo anno del liceo delle scienze umane. Abbiamo scelto questo indirizzo nelle speranza che la specificità dell’indirizzo psicologico fosse confortata dalla presenza di educatori esperti nelle tematiche afferenti all’ambito psicologico. autostima motivazione ecc…niente di più sbagliato.
    Vorrei sapere se rientra nel rispetto delle l.170 la possibiltà di assegnare voti altamente penalizzanti, come un 3 alla verifica???
    Secondo il buon senso non ci dovrebbe essere bisogno di una statuizione formale poichè verrebbe da se che tali valutazioni compromettono pesantemente quanto con tanta fatica si cerca di costruire supiano motivazionael, creando una sorta di IMPOTENZA APPRESA figura che riguarda il programma proprio di scienze umane del 2 anno e sulla quale mio figlio si è riconsciuto da subito….

    • Buongiorno, io direi che se le verifiche non sono strutturate in base al tipo di disturbo, tali voti siano contestabili. Nel pdp deve essere messo la voce…compensare con orale le verifiche scritte che hanno voto negativo, e il voto che da tenere è solo quello dell’orale.

      Bisogna fare in modo di avere un pdp fatto bene, perchè tutto quello inserito dovrà essere rispettato come da legge 170.

  7. Pochi giorni fa ho letto la scheda di valutazione di mia figlia che frequenta il liceo classico.Tra tutti sette e otto spicca quel 5 in matematica che mia figlia non manda giù. Mia figlia è discalcula , mi chiedo se è giusta la valutaione espressa dalla professoressa.

    • Ciao, bisogna vedere se hanno rispettato il pdp, e cosa hanno scritto nel pdp. Dovresti chiedere copie delle verifiche e vedere se sono state predisposte nel modo giusto. SE vuoi contattami su facebook sono Anna Paris, oppure per email [email protected]

  8. Ciao a tutti …vorrei chiedere se un ragazzo può essere rimandato tutti gli anni in matematica ??

    • Ciao, bisogna vedere se rispettano il pdp, se le verifiche sono predisposte nel modo giusto per far si che sappia esporre quello che sa.

  9. Salve cerco un insegnante di matematica in grado di correggere verifiche di matematica per un discalculico grazie

  10. Salve 2 settimane ho avuto la certezza ai miei sospetti della discalculia di mio figlio al 2°anno di istituto tecnico con il certificato rilascito dalle enti competenti ma il ragazzo non vuole che presenti il documento alla scuola perche non vuole essere trattato diverso dagli altri compagni.Che fare?

    • Non va bene non presentare la diagnosi, perchè va a discapito di tuo figlio. Fai parlare tuo figlio con una psicologa così da fargli capire la diagnosi, l’importanza e che ciò non lo rende diverso.

  11. Buonasera a tutti,

    mi ritrovo piu o meno nella vostra stessa situazione: la prof di matematica di mio figlio (ora in 3 media ) cerca sempre di evitare di formulare verifiche personalizzate. Sostenendo che lui è chiuso o che da’ una sorta di 6 politico o altro…mio figlio ha la disgrafia.
    siccome ci son gli esami di terza, vorrei evitare un contrasto con suddetta insegnante,,,se cosi si può definirla…magari andando dal dirigente scolastico. Vorrei sapere a quale legge posso fare riferimento e se mio figlio ha diritto ad esami di terza media personalizzati. Son contento di leggervi e pongo a tutti voi un grande in bocca al lupo.
    grazie

    • Alla legge 170 e le sue linee guida 5669 che come appunto cita che tutto quello emesso e scritto nel pdp deve essere rispettato anche all’esame

Comments are closed.