Testimonianza, L’odissea di Manuela Tonet.

L’odissea del mio figlio più grande di 13 anni inizia alle elementari, per tutte le elementari mi sentivo ripetere che le sue difficoltà erano solo svogliatezza e magari qualche problema in famiglia ( cosa poi non vera) e anche perché magari non davo troppe regole..Insomma mi sono sentita io messa in discussione.La sua pessima scrittura ( scrive meglio un dottore di lui) era dovuta alla fretta di scrivere. Notare dalla terza mio figlio scrive in stampatello, non riesce proprio a scrivere in corsivo. Ho anche espresso un mio dubbio sulle dificoltà ma l’insegnante, compresa quella di sostegno mi dicono no signora suo figlio non a nessun problema ne cognitivo ne di DSA. In 5 approffittando del fatto che mi mandano a fare i test per il piccolo chiedo io al centro di fare i test anche al grande. Ma dai test nn evidenziano nulla qui di mi dico forse l’insegnante nn aveva tutti i torti.

Inizia la 1 media e da subito le difficoltà raddoppiano ovviamente, vado a fare il primo colloquio con il professore di Italiano che in due mesi dico due, ha fatto la radiografia di mio figlio, dicendomi che sicuramente c è stato un errore sia delle elementari che del centro, perchè non è vero che era un ragazzino svogliato.Cerco invano di rifare i test all’ Uompia ma x loro va bene così, poi rassegnata mi rivolgo ad un centro convenzionato ma privato e rifaccio tutti i test, e viene fuori che ha un qi 70 quindi ok non è Dsa ma un Bes le sue difficoltà sono date da questo e non perchè è pigro. Ora che è certificato ed è in seconda,avendo avuto i suoi strumenti si è preso le sue rivincite prendendo anche degli ottimi voti, per lui moLto gratificanti. Sono stata fortunata alle medie a trovare insegnanti in gamba, me l hanno aiutato promuovendolo anche in prima, dandogli una spinta ovviamente..però dico ma cavoli perchè bisogna sperare nella fortuna di trovare insegnanti in gamba, perchè non tutti si vogliono aggiornare o fare un passo indietro,sbagliare è umano è il perseverare che è sbagliato, mio figlio x 5 anni si è sentito un asino,..e comunque se riconosciuto in tempo la sua autostima sarebbe migliore di adesso. Scusate se mi sono dilungata ma il mio era anche uno sfogo personale.

testimonianze

Precedente Manca il rispetto. Dott.ssa Manuela Fichera Successivo Quella che sono.