Programmi per training.

Di fronte a un compito estremamente complesso o guardando un documentario sulle grandi menti della storia, può capitare di chiedersi: “Come posso diventare più intelligente? Esistono delle tecniche o degli esercizi in grado di migliorare le mie prestazioni cognitive?”. Per poter rispondere domande del genere bisognerebbe sapere a cosa corrisponde, esattamente, il concetto di intelligenza, condizione essenziale per effettuarne una misurazione. Sfortunatamente la comunità scientifica non ha ancora trovato un accordo su una definizione universalmente accettata. La conseguenza più ovvia è che anche la sua stima con gli strumenti attuali è molto dubbia. Tali strumenti però continuano ancora ad avere un’indiscutibile utilità in quanto capaci di predire, almeno in parte, il successo accademico e lavorativo dell’esaminato.

Un modello teorico cui spesso si fa riferimento è quello di Spearman che divide l’intelligenza (intesa coma un fattore generale) in intelligenza fluida e intelligenza cristallizzata. La prima si riferisce alla capacità di affrontare e risolvere problemi la cui soluzione non dipende da conoscenze pregresse, la seconda invece si identifica con la capacità di utilizzare competenze e conoscenze acquisite con l’esperienza.

L’intelligenza cristallizzata tenderebbe ad aumentare con l’esperienza e l’istruzione mentre quella fluida non sarebbe modificata dal contesto in cui l’individuo vive; ci si può aspettare che aumenti fino alla fine dell’adolescenza e che poi inizi a lentamente a decadere dall’età adulta in avanti.

Per tanto tempo si è ritenuto impossibile intervenire sull’intelligenza fluida (aumentandola)almeno fino al 2008 quando Jaeggi e collaboratori hanno documentato la possibilità di incrementare le prestazioni ai test che puntano a misurare questa componente. Nella loro ricerca gli autori hanno utilizzato un allenamento basato su un doppio compito (Dual N-Back) che avrebbe portato sia a un aumento della memoria di lavoro (anch’essa ritenuta immodificabile in passato) sia a un aumento di intelligenza fluida.

Questa pubblicazione ha avuto una grande risonanza sia mediatica (la notizia è stata riportata su diversi giornali, anche a distanza di anni) sia scientifica (si sono moltiplicate le ricerche sull’efficacia dei training di memoria di lavoro). In realtà le cose si sono rivelate un po’ più complicate dal momento che le evidenze scientifiche al riguardo sembrano fra loro contrastanti anche se, a prescindere dall’effettiva ricaduta sulla cosiddetta intelligenza, questo tipo di allenamento sembra effettivamente favorire l’incremento di memoria di lavoro che risulta giocare un ruolo molto importante in molti compiti (comprensione del linguaggio scritto e orale, calcolo, ragionamento…), come avrebbero dimostrato Harrison e collaboratori (2013). Il dibattito è ancora aperto e, nonostante siano già passati circa sei anni, sembra ancora lungo. A noi non resta che cercare di capire concretamente chi abbia ragione provando in prima persona l’allenamento da cui tutto è nato.

Da qui se ne può scaricare una versione gratuita creata da Soak Your Head o giocare direttamente on-line.

Sillabe a incastro (gratis per PC)

Parole tra le nuvole (gratis per PC)

Al posto giusto! (gratis per PC)

Tachistoscopio 1.0(gratis per PC)

Programma per aumentare la velocità di lettura attraverso rapide presentazioni di parole. Il Tachistoscopio consente di impostare il tempo di esposizione della parola, la rapidità della successione e la lista di parole da presentare.

Tachistoscopio (gratis per iPad)

 Programma per aumentare la velocità di lettura attraverso rapide presentazioni di parole. Il Tachistoscopio consente di impostare il tempo di esposizione della parola, la rapidità della successione e la lista di parole da presentare.

Tutore Dattilo 7.14 (gratis per PC)

di Claudio Gucchierato e Raffaella Signorelli

Programma per aumentare la velocità di scrittura al computer. Valido training per potenziare l’utilizzo di uno dei principali strumenti compensativi nei disturbi specifici dell’apprendimento (DSA).

 

Dual n-back (gratis per PC)

Cos’è: Programma per aumentare lo span e la capacità di aggiornamento di memoria di lavoro. Secondo alcuni autori questo esercizio consentirebbe l’aumento dell’intelligenza fluida.

Come si gioca: Quando si inizia il gioco avvengono due cose: appare un quadrato in una posizione e viene detta una lettera. Entrambe queste informazioni vanno tenute a mente. Dopo qualche secondo appare un altro quadrato (nella stessa posizione o in un’altra) e viene detta una lettera (uguale o diversa). Bisogna tenere a mente anche queste informazioni. All’inizio il gioco è al livello 2-back che significa che bisogna controllare se la lettera è stata ripetuta o il quadrato è apparso nella stessa posizione rispetto a due presentazioni prima. Per esempio, se la terza lettera udita è uguale alla prima bisognerà rispondere premendo un tasto, se il terzo quadrato corrisponde a quello apparso alla prima presentazione bisognerà premere un altro tasto. Se sia la terza lettera che il terzo quadrato corrispondo alla prima lettera e al primo quadrato andranno premuti entrambi i tasti. Per segnalare la corrispondenza delle lettere andrà premuto il tasto “L”, per la corrispondenza delle posizioni il tasto “A”. Durante tutta la sessione si andrà avanti così premendo il tasto quando la lettera o la posizione corrisponderanno a quanto apparso o udito due volte prima. Se la prestazione sarà abbastanza buona il gioco proseguirà passando al livello 3-back; bisognerà quindi verificare la corrispondenza del quadrato e della lettera con quanto apparso 3 volte prima. Se anche in questo caso la prestazione sarà abbastanza buona si passera al livello 4-back e così via. La spiegazione può apparire complicata, ma con un po’ di pratica sarà tutto più chiaro.

http://www.trainingcognitivo.it/giochi-2/training-memoria-di-lavoro/

Precedente Disegni. Successivo Blog, quotidiano giuridico.