Disnomia

La disnomia è la difficoltà o incapacità a richiamare alla memoria la parola corretta quando è necessaria. La disnomia può incidere sulle abilità del discorso, della scrittura o di entrambe.

Gli individui normali soffrono di tanto in tanto di problemi riguardanti il richiamo delle parole. Il problema diviene di rilevanza medica quando la difficoltà nel richiamare le parole interferisce con la vita quotidiana. In medicina si utilizzano dei test neuropsicologici per pervenire a una diagnosi specifica.

La disnomia si può sviluppare in seguito a un trauma cerebrale oppure può essere una disabilità dell’apprendimento. La disnomia conseguente a traumi al capo generalmente si riduce o scompare col passare del tempo.

La disturbo non può essere eliminato totalmente, ma si può migliorare le loro abilità nella vita quotidiana utilizzando delle strategie per risolvere.

I test neuropsicologici degli individui con disnomia mostrano una significativa difficoltà nel richiamare nomi o parole.

La disnomia compromette le abilità di linguaggio e di scrittura.

  • I soggetti con disnomia possono sostituire con un sinonimo la parola che hanno difficoltà a richiamare, per esprimere ugualmente i loro pensieri. Le parole possono essere sostituite con parole simili nel significato o nel suono o, nei casi più gravi, con parole inventate senza senso.
  • I disnomici impiegano più tempo per completare i test oppure lasciano incompleti i test a tempo.
  • I disnomici possono interrompersi ed esitare o apparire in affanno nel tentativo di richiamare parole o nomi.

Alcune teorie sulla natura della dislessia sostengono che essa sia causata dalla disnomia. Questa teoria “suggerisce che il deficit nel recupero delle denominazioni verbali crei una sorta di deficit della memoria a breve termine che sfocia nella difficoltà a richiamare le denominazioni verbali in fase di lettura”.

 

Precedente Disturbo non verbale o visuo spaziale. Successivo Dislessia