L’informazione deve essere di tutti.

L’informazione della dislessia non deve essere solo strettamente a genitori con figli dsa o a parenti e insegnati, l’informazione deve essere di tutti in quando la dislessia non è costituita da due o tre persone ma da un vasto numero, allora informare è bene per migliorare la vita di molti bambini la scuola deve essere un piacere non un incubo, invogliate a tutti di informarsi anche a persone che incontrate in un pullman, l’informazione e contro l’ ignoranza. sandra

Precedente La dott.ssa Manuela Fichera racconta la situazione del pedagogista in Sicilia. Successivo Disegno di Ilaria Pozzati, fatto alle scuole medie.